D.lgs Servizi Pubblici Locali: ANAV chiede di salvaguardare la normativa di settore

Con una nota indirizzata oggi alla Conferenza delle Regioni e ad Anci, ANAV ha formulato alcune osservazioni sul testo preliminare del decreto legislativo in materia di servizi pubblici locali, in attuazione della delega contenuta nella legge sulla concorrenza 2021 approvata ad agosto.

Anav ha evidenziato le rilevanti criticità riscontrate con riferimento alle disposizioni applicabili al settore del trasporto pubblico locale che rischiano di compromettere l’uniforme applicazione della disciplina settoriale di chiara derivazione comunitaria.

La normativa di settore, infatti – rileva Anav – è giĂ  oggi perfettamente aderente alle regole europee di cui al Regolamento CE n. 1370/2007.

Anav ha dunque chiesto di mantenere intatta la coerenza ed uniformità della disciplina di settore con le corrispondenti norme comunitarie, escludendo il trasporto pubblico locale dall’ambito di applicazione del decreto legislativo al pari dei settori dell’energia e del gas, ovvero stabilendo con chiarezza l’applicazione del provvedimento al TPL solo per le parti non già compiutamente disciplinate dalla normativa settoriale.


Seguici su Anav.it e VaiColBus.it
Scarica la nostra app per Android o Ios