Arriva: nuovo programma di riduzione di emissioni di CO2 per la flotta di autobus

Al via un programma di riduzione delle emissioni di CO2 per la flotta europea di autobus. Lo annuncia Arriva, società europea leader nel trasporto di passeggeri, che ha firmato un contratto con TomTom Telematics.
Il contratto supporterà l’installazione della tecnologia sulla flotta di autobus Arriva in Croazia, Repubblica Ceca, Italia, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito. Le aziende Arriva in Danimarca, Portogallo, Serbia e Svezia utilizzano già la telematica sui loro autobus.

La tecnologia istallata con l’accesso ai dati dei veicoli in tempo reale, combinato con la formazione, aiuterà oltre 32.000 conducenti di autobus a dare il loro meglio e offrire ai passeggeri viaggi più confortevoli ed ecologici. Prevista una riduzione del 6% su base annuale del consumo di carburante per gli autobus Arriva in servizio, diminuendo ogni anno le emissioni di CO2 e di una quantità che arriverà fino a 72.000 tonnellate. Questo equivale a ridurre le emissioni di gas serra generate da oltre 15.000 vetture guidate in un anno.

“Questo investimento – ha affermato Jo Humphries, Group Transformation Director di Arriva – su TomTom Telematics è un investimento sui nostri conducenti. Quando potranno ricevere il supporto costante in termini di formazione ed esercitazioni, i nostri conducenti saranno messi in condizione di guidare al meglio delle loro capacità. Nel farlo, potranno offrire ai passeggeri viaggi più sicuri e confortevoli, riducendo anche il consumo di carburante per ottenere una sostanziale riduzione delle emissioni di CO2.”

“La nostra soluzione – commenta Thomas Schmidt, managing director di TomTom Telematics – per la gestione dei veicoli, WEBFLEET, fornisce ad Arriva informazioni approfondite sulle aree di miglioramento presenti in tutta la sua vasta rete. Ad esempio, evidenzia le inefficienze che influiscono sulla quantità di carburante consumato in un giorno. Siamo lieti che la nostra innovativa tecnologia telematica continuerà ad aiutare Arriva a realizzare i suoi obiettivi a lungo termine, sia a livello ambientale che operativo”.

Arriva è uno dei più grandi operatori nel settore della mobilità, con circa 60.000 dipendenti e un volume di passeggeri trasportati di 2.4 miliardi annui nei 14 paesi europei in cui è presente. Gestisce un’ampia gamma di servizi: trasporto pubblico locale urbano e interurbano, servizi ferroviari regionali e nazionali, tram, collegamenti marittimi, servizi a chiamata e servizi per disabili. Arriva fa parte di Deutsche Bahn (DB) ed è responsabile del trasporto locale/regionale passeggeri al di fuori della Germania.