Roma, Autostazione Tibus: da oggi operativi un defibrillatore e personale formato

Una struttura cardioprotetta al servizio del territorio. Grazie all’installazione di un defibrillatore, il terminal bus Tiburtina di Roma potrà far fronte alle emergenze cardiache di passeggeri e cittadini. Dieci membri di Tibus, la società che gestisce l’autostazione, hanno ottenuto l’attestato rilasciato dalla Croce Rossa Italiana che certifica la partecipazione e il superamento del “Corso esecutore rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione (BLSD – Basic Life Support and Defibrillation) in età adulta e pediatrica (“FULL D”) per la popolazione”.

Grazie all’uso del defibrillatore, le speranze che i soggetti colpiti da arresto cardiaco possano rimanere in vita fino all’arrivo del personale medico, crescono in modo sostanziale.
Un importante passo avanti per la sicurezza di utenti e cittadini che Tibus, una delle più importanti autostazioni d’Italia, ha messo in campo per garantire un servizio pubblico che tuteli a 360° l’incolumità di tutti.

“Tibus srl gestisce il terminal bus di Tiburtina e con i suoi attuali 8,5 milioni di passeggeri all’anno, è un punto di snodo fondamentale per la mobilità della città – afferma il presidente di Tibus Giovanni Bianco -, vicina alla stazione ferroviaria di Roma Tiburtina, alla metropolitana, alla stazione di bus urbani, taxi, e al frequente treno metropolitano per l’ aeroporto internazionale di Roma Fiumicino, rappresenta un punto strategico per chi arriva o deve partire. Nasce anche da qui la necessità di garantire le migliori condizioni di sicurezza per tutti”.