Le iniziative di ANAV per le imprese dei servizi di trasporto essenziali. Associati all’ANAV: cura i tuoi interessi

Il dilemma del Governo, e conseguentemente del nostro Paese, è come sconfiggere il Covid-19 evitando di colpire a morte anche l’economia nazionale. Ad oggi, si stima che circa i 2/3 delle attività produttive sia fermo, con i relativi dipendenti che lavorano dalle proprie case o ai quali trovano applicazione gli ammortizzatori sociali. Una delle criticità più sentite è come tutelare le persone impiegate nei servizi essenziali, ulteriormente rivisti dal DPCM di oggi, anche alla luce della cronica carenza di DPI, indispensabili per limitare la diffusione del contagio.

Un importante strumento, peraltro richiamato nel provvedimento della Presidenza odierno, è l’adesione e il rispetto del Protocollo del 14 marzo scorso, sottoscritto da Confindustria e dalle Organizzazioni sindacali confederali. Per il settore del trasporto, il successivo 20 marzo, è stato definito un documento di linee guida sulla sicurezza nel trasporto e nella logistica che espressamente integra il precedente.
Le linee guida, a loro volta, contengono anche una specifica sezione dedicata al nostro settore, che richiama e recepisce i contenuti dell’Avviso Comune sottoscritto il 13 marzo 2020 da ANAV e dalle altre Associazioni con i Sindacati nazionali di settore.

Il quadro delineato da questi provvedimenti individua e prescrive puntuali misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus negli ambienti di lavoro e prevede l’adozione, da parte delle aziende, di uno specifico regolamento, mutuato dai principi generali della predetta regolamentazione e adeguato alla singola specificità.
L’ANAV, con la circolare n. 82/2020, ha fornito specifiche indicazioni e realizzato, per le aziende associate, un fac-simile di “Protocollo aziendale di regolamentazione per il contrasto e la diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” che le aziende dovranno adottare quanto prima al fine di favorire la prosecuzione dell’attività garantendo le necessarie condizioni che assicurino ai lavoratori adeguati livelli di protezione.

L’Associazione, nella circolare, richiama l’attenzione sull’importanza – che è alla base del protocollo formulato – di ridurre al massimo le occasioni di contagio, attraverso il distanziamento interpersonale, da conseguire anzitutto, sul piano organizzativo, con lavoro da remoto e con le altre misure previste. Si evidenzia preliminarmente come, nonostante le disposizioni contenute nel Protocollo di Confindustria siano sostanzialmente tutte applicabili alle aziende del nostro settore, il MIT ha comunque ritenuto opportuno integrarle con disposizioni per ogni specifico settore nell’ambito trasportistico, ivi compresa la filiera degli appalti funzionali al servizio ed alla attività accessorie e di supporto correlate.

In particolare, il MIT pone l’attenzione sui seguenti adempimenti comuni:
All’interno delle linee guida condivise con MIT e OOSS, dopo una parte generale contenente adempimenti comuni per tutti i settori, è stata prevista una sezione ad hoc per il “settore trasporto pubblico locale stradale e ferrovie concesse”, valevole chiaramente anche per il noleggio autobus con conducente, per le linee a lungo raggio, le linee commerciali e aeroportuali in cui si richiama peraltro l’avviso comune sottoscritto da ANAV-ASSTRA-AGENS e le OOSS.

Tra le misure specifiche, l’ANAV richiama l’attenzione sulle procedure di igienizzazione, sanificazione e disinfezione dei mezzi pubblici, da effettuare almeno una volta al giorno le prime e, in relazione alle specifiche realtà aziendali, la sanificazione. Occorre adottare, inoltre, accorgimenti per separare di almeno un metro il posto di guida dai sedili dei passeggeri; consentire la salita e la discesa degli utenti dalla porta centrale e dalla porta posteriore utilizzando idonei tempi di attesa al fine di evitare contatto tra chi scende e chi sale. La sospensione, previa autorizzazione dell’Agenzia per la mobilità territoriale competente e degli Enti titolari, della vendita e del controllo dei titoli di viaggio a bordo dei mezzi. E’, altresì, da sospendere l’attività di bigliettazione a bordo da parte degli autisti.
L’ANAV ha creato per le associate anche un fac-simile di comunicazione all’utenza che le aziende sono invitate ad esporre sui singoli mezzi in servizio, per la gestione dell’emergenza Covid-19, e i cui contenuti rispecchiano le disposizioni del Protocollo aziendale.

ASSOCIATI ALL’ANAV: CURA I TUOI INTERESSI. Per informazioni info@anav.it