Noleggio autobus con conducente: chiarimenti dal Ministero dell’Interno sui requisiti per l’esercizio

Per l’esercizio dell’attività di noleggio autobus con conducente è necessario il possesso dei requisiti di accesso alla professione e non, in aggiunta, l’iscrizione dei conducenti ad un ruolo specifico, mancando un’espressa previsione in tal senso nell’ambito della legge – quadro di settore n. 218/2003.

L’iscrizione al ruolo diventa necessaria solo quando le imprese di noleggio autobus richiedano al comune, come consente l’articolo 2 della legge n. 218/2003, anche il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio di servizi di noleggio con conducente autovetture ai sensi della legge n. 21/1992 dal momento che tale rilascio deve avvenire in conformità al  regime autorizzativo previsto dalla stessa legge n. 21 e, quindi, nella sostanza, a condizione che l’impresa possegga tutti i requisiti prescritti da tale legge.

Lo precisa una nota del 30 settembre scorso con cui il Ministero dell’Interno, nel rispondere ad un quesito ANAV, conferma l’interpretazione proposta dall’associazione indirizzando conseguentemente l’attività di controllo dei propri uffici di Polizia Stradale della regione Basilicata.
In assenza di tale chiarimento, infatti, la Polizia Stradale lucana – sulla base di una interpretazione non conforme delle norme, anche regionali, vigenti in materia – stava procedendo all’applicazione di sanzioni alle imprese per la mancata iscrizione al ruolo previsto dalla legge n. 21 anche ai conducenti in servizio esclusivo di noleggio autobus.