75^ Assemblea Anav: Vinella, promuovere una reale apertura alla concorrenza per il TPL

Oggi, nella cornice di Maranello, il Presidente di ANAV Giuseppe Vinella ha presentato la relazione annuale sull’attività svolta dall’Associazione nel corso dell’ultimo anno, il 75° dalla fondazione.
Di fronte ad una platea di oltre 150 imprenditori, il Presidente ha toccato, con un’ampia panoramica, temi riguardanti tutti e tre i settori rappresentati da ANAV.

Promuovere una reale e contestuale apertura alla concorrenza per il mercato del TPL con il ricorso generalizzato a gare contendibili per l’aggiudicazione dei servizi e il perseguimento di una dimensione industriale del settore – ha sottolineato Vinella – è stata una nostra priorità, come pure l’impegno per il ripristino delle risorse destinate al finanziamento delle spese di esercizio del settore che ha consentito il recupero di 300mln di euro a valere sul Fondo nazionale.
In un contesto come quello italiano caratterizzato da un forte invecchiamento dei parchi veicolari, Vinella ha espresso, poi, un giudizio positivo sul piano strutturale per favorire il rinnovo degli autobus attraverso risorse pluriennali per il quindicennio 2019-2033, sottolineando l’impegno di ANAV per una più equilibrata redistribuzione dei fondi a favore dei veicoli ad alimentazione tradizionale di classe Euro VI.

Sul fronte del noleggio autobus con conducente, Vinella ha segnalato le ultime iniziative associative per il contrasto alle misure di restrizione e tariffazione degli accessi degli autobus nei centri urbani e per la definizione di una proposta di riforma della legge quadro di settore, oltre che per il definitivo riconoscimento del rimborso accise anche per il settore. Poi il passaggio sulle attività che hanno riguardato le autolinee di competenza statale, in particolare sulle iniziative intraprese per stimolare la ripresa del confronto con il Ministero dei Trasporti in merito alla riforma della disciplina di settore e sull’esito soddisfacente della questione dell’Autostazione Tiburtina per la quale, al momento, ANAV ha evitato la delocalizzazione presso Anagnina.
Sul tema specifico delle autostazioni Vinella ha ricordato anche la necessità di “investimenti pubblici per l’allestimento e la riqualificazione delle infrastrutture”.

Il Presidente ha, poi, concluso ricordando la positiva conclusione dell’iter di rinnovo del CCNL  del noleggio autobus con conducente che ha prodotto un impatto economico assai contenuto tenuto conto dell’ampio periodo di riferimento (2007-2018), i recenti interventi associativi in tema di riforma del Codice della Strada, le iniziative nel campo delle tecnologie e dell’innovazione e le attività di lobby europea che hanno visto un forte impegno dell’Associazione.