Calabria, Consorzio Autoservizi dei Due Mari: la Città dell’Autobus racconta storia e mission

Il Consorzio Autoservizi dei Due Mari nasce nel 2006 a Cosenza, con l’obiettivo di collegare le località di quattro province della Regione Calabria, congiungendo la costa tirrenica a quella ionica, inoltrandosi nell’entroterra calabrese e lucano con la sua capillare rete di corse regionali.
Storia e mission della società consortile sono state raccontate alla Città dell’Autobus, organo di EvoBus – divisione autobus per l’Italia dei marchi Mercedes-Benz e Setra – da Francesco Scura, titolare di IAS srl e da Gennaro Scura, presidente del Consorzio. 

Il Consorzio Autoservizi dei Due Mari riunisce cinque imprese storiche che affondano le radici in Calabria a partire dai primi anni del 900, quando il trasporto di persone avveniva mediante mezzi a trazione animale: Romano nata nel 1922, IAS Scura nata nel 1929, Preite nata nel 1938, Bilotta nata nel 1939 e Zanfini nata negli anni 60, nonostante le difficoltà del tempo, ebbero l’intuito di avviare i primi collegamenti di trasporto passeggeri su mezzi di trasporto motorizzati, migliorando così la qualità dei servizi offerti e i tempi del viaggio.
Queste cinque aziende si sono consorziate in un’unica società per la gestione dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale, in forza di contratto di servizio stipulato con la Regione Calabria.
In questo modo le imprese consorziate possono operare in modo unitario mediante un’organizzazione comune, coordinando le attività dei soci nel campo del trasporto pubblico locale – della mobilità e di ogni altra attività strumentale e connessa – concentrando i processi produttivi e gestionali comuni per ottimizzarne la gestione, ridurne i costi, migliorare il servizio al cliente.

Un brillante esempio di sinergia che ha consentito alle aziende socie di sviluppare la propria attività e alla Regione Calabria di offrire copertura e standard di servizio elevati.
Le imprese che fanno parte del Consorzio sono:

I chilometri percorsi annualmente dalle imprese consorziate nell’anno 2017 hanno superato i 15 milioni, a servizio di oltre 7 milioni e mezzo di passeggeri trasportati, con continue previsioni di incremento.
Oltre 500 gli autobus in servizio che ogni giorno attraversano le strade lungo le coste e montagne calabresi.
I veicoli Mercedes-Benz e Setra hanno un ruolo da protagonista sulle linee, hanno spiegato Francesco e Gennaro Scura. Recentemente le aziende Preite e IAS Scura hanno rinnovato le rispettive flotte con l’acquisto di dieci nuovi autobus Mercedes Tourismo. L’azienda Romano ha invece preferito il marchio Setra con l’acquisto di cinque nuovi GT. E’ un processo di rinnovamento delle flotte che porta grandi benefici all’intera regione.

Gennaro Scura, il presidente della società consortile, ha infatti dichiarato a La Città dell’Autobus: “Con l’acquisto della nuova flotta autobus, per un numero totale di 24 autobus Setra e Mercedes-Benz si accorciano ancora di più le distanze tra i centri urbani della Calabria. Grazie a questa ultima fornitura autobus, i calabresi e i turisti in arrivo potranno spostarsi verso i principali comuni della Calabria in maniera comoda e conveniente, mentre i turisti potranno raggiungere l’aeroporto di Lamezia Terme in maniera semplice e veloce per i loro viaggi di vacanza e di lavoro. Con questa nuova e moderna flotta si colma, seppur parzialmente, il grave gap infrastrutturale che in passato – ed ancora fino ad oggi purtroppo – ha limitato notevolmente la mobilità turistica in un’importante parte di una regione come la nostra”.

Leggi tutta l’intervista qui

Per saperne di più, naviga il sito del Consorzio.