ANAV chiede una soluzione definitiva per il Fondo TPL 2019

Una soluzione rapida e definitiva della problematica generata dall’accantonamento di 300 milioni di euro, resi indisponibili per la gestione, a valere sulla dotazione del Fondo nazionale TPL 2019.
La chiede al Governo ANAV attraverso un comunicato diramato oggi unitamente ad Asstra e Agens.

Lo sblocco della procedura di adozione del decreto di riparto ed erogazione relativo alla quota di anticipazione del Fondo, spiega l’Associazione, è una procedura “che occorre concludere senza ulteriori ritardi, costituisce un primo passo importante che viene incontro alle richieste delle Associazioni, ma non elimina alla radice, come indispensabile, il problema che rischia di ripresentarsi nel secondo semestre dell’anno, al momento del saldo del Fondo TPL”.

Il Presidente ANAV Giuseppe Vinella insiste, quindi sulla necessità e l’urgenza di una diversa modulazione degli accantonamenti che salvaguardi la totalità delle risorse statali destinate al finanziamento del settore.