Impresa e formazione: 24 e 25 gennaio due giorni di incontri e seminari per ANAV

In programma una settimana ricca di appuntamenti per l’ANAV. Il 24 e 25 gennaio si svolgeranno due giornate di lavori presso la sede dell’Associazione in Piazza dell’Esquilino a Roma. “La nuova normativa sui contratti a termine e considerazioni su cosa rimane del Jobs act” è il titolo del seminario del 24 gennaio. Una giornata di approfondimenti sulle prime indicazioni interpretative relative al decreto legge n. 87/2018 in tema di contratti a termine e somministrazione di lavoro, oggetto della recente circolare emanata dal Ministero del Lavoro.

Dopo l’apertura dei lavori del Presidente Giuseppe Vinella, Stefano Rossi, Responsabile Servizio Sindacale e Lavoro ANAV, illustrerà l’inquadramento contrattuale.  Giampiero Proia, Professore ordinario di Diritto del Lavoro Università, Roma Tre – Presidente Proia & Partners, presenterà la sessione dal titolo ‘Cosa rimane del Jobs act’, mentre ‘La nuova norma dei contratti a termine: modalità di applicazione e esemplificazioni’, è il tema del modulo presentato da Paolo Stern Consulente del Lavoro – Presidente Studio Stern – Zonin e Presidente NexumStp SpA.

Il giorno successivo, il 25 gennaio, si svolgerà invece il nuovo incontro riservato ai giovani imprenditori di ANAV Futura, un progetto nato per favorire la formazione e l’aggregazione dei futuri imprenditori legati al settore del trasporto. L’iniziativa, giunta ormai alla sua 5^ edizione, ha l’obiettivo di contribuire, attraverso incontri specifici e seminari dedicati, all’accrescimento della cultura imprenditoriale e la formazione professionale delle nuove generazioni di imprenditori.
Gli argomenti di quest’anno sono riservati alla “dizione”. Una giornata in full immersion per conoscere e sperimentare i migliori accorgimenti sull’uso della voce per parlare e leggere in pubblico. L’occasione è offerta da una docente d’eccezione: Patrizia La Fonte, attrice, insegnante di discipline per lo spettacolo e la comunicazione con particolare cura di voce, rieducazione ortofonica e dizione. Un percorso breve, ma intenso e di sicuro effetto, incentrato su una partecipazione attiva che consentirà di testare il proprio potenziale comunicativo affidandosi alle molte soluzioni utili che saranno messe a disposizione per migliorare la comunicazione verbale e non verbale, in situazioni quotidiane di lavoro che impegnano il comunicatore interno: lezioni, relazioni, conferenze, colloqui, in voce, dal vivo o in video.