BUS, LE BUONE REGOLE PER UN VIAGGIO IN SICUREZZA

L’aspetto della sicurezza è fondamentale relativamente al trasporto di passeggeri su strade e autostrade.

Condizione che può essere garantita rispettando le regole del Codice della strada da parte dell’autista del bus e all’impegno dell’azienda che fornisce il servizio e richiede attenzione e fornisce preparazione ai propri autisti.

Se è vero che  i mezzi diventano sempre più sicuri e pensati per evitare inconvenienti è anche vero che qualsiasi mezzo, per quanto sicuro, va utilizzato con giudizio. Se non si tiene conto della tipologia di strada, delle pendenze, del traffico, del comfort dei passeggeri che, ad esempio, sottoposti a velocità elevate su bus, possono soffrire di più del beccheggio del mezzo, si può andare incontro a problemi e conseguenze anche gravi.

Il Codice della strada attualmente in vigore all’articolo 142 comma f dice infatti che:  gli autobus e i filobus di massa complessiva a pieno carico superiore a 8 t: devono rispettare gli  80 km/h fuori dei centri abitati; e i 100 km/h sulle autostrade”.

SapsBus, ad esempio, autolinee pugliesi, con sede ad Apricena nel foggiano, chiede ai suoi autisti di rispettare questi limiti e di tenerne sempre conto perché, il loro rispetto, abbinato all’efficienza dei mezzi, garantisce un servizio, oltre che competitivo, anche sicuro e confortevole. Tempi di percorrenza molto allettanti spesso non sono sinonimo di miglior servizio.

Un suggerimento? Quando salite a bordo chiedete sempre all’autista: “A quale velocità viaggerà l’autobus?”.