Friuli Venezia Giulia: la Regione sigla contratto decennale con il Consorzio TPL FVG

Il Consiglio di Stato ha confermato Tpl Fvg Scarl aggiudicatario definitivo del bando per la gestione del trasporto pubblico locale integrato su gomma, su ferro e marittimo della Regione Friuli Venezia Giulia.
Tpl Fvg Scarl
è una società fondata da diverse aziende di trasporto pubblico regionale – Apt Gorizia, Atap Pordenone e Arriva Italia tramite la controllata Saf Udine e la collegata Trieste Trasporti – che già oggi gestiscono il servizio.

Il contratto di servizio decennale, con possibilità di proroga per altri 5 anni, è stato siglato lo scorso 15 novembre tra la Regione e l’Azienda, dopo la sentenza dello scorso agosto con la quale il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso per revocazione promosso da Busitalia-Autoguidovie.

Le quattro società del consorzio complessivamente trasportano ogni anno oltre 105 milioni di passeggeri per un volume di circa 41 milioni di bus/km con 950 automezzi e 1900 dipendenti.

La firma del documento è avvenuta alla presenza, oltre che dell’assessore Pizzimenti e dell’ad di TPL FVG S.c.a.r.l., Aniello Semplice, anche dei vertici delle società che compongono la società consortile. Angelo Costa (nella foto), ad di Arriva Italia e vicepresidente ANAV, ha dichiarato che la firma del contratto rappresenta per il gruppo “l’inizio di un nuovo viaggio, con benefici sia per gli utenti che per i partner locali”.