Tachigrafo digitale: aspetti sanzionatori e responsabilità delle imprese

Gli aspetti sanzionatori che impattano in particolar modo sulla responsabilità delle imprese di trasporto, sono stati al centro dell’intervento di Gianluca Romiti, Vice Questore della Polizia di Stato, nel corso del workshop “LA DISCIPLINA SOCIALE NELLA NUOVA ERA DEL TACHIGRAFO DIGITALE SCENARI EUROPEI E APPLICAZIONE DELLE NORME”, organizzato da ANAV a Ibe Driving Experience.

“La Polizia Stradale accoglie con favore ed entusiasmo le occasioni che le offre il mondo associativo ed imprenditoriale dell’autotrasporto – ha spiegato Romiti -. Sono personalmente convinto che momenti come quello organizzato dall’Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori rappresenti un contesto di profondo e qualificato confronto e di reciproca crescita attorno ad argomenti, come quello della legislazione europea in tema di normativa sociale nell’autotrasporto, mai troppo approfonditi e analizzati”.

“La sicurezza della circolazione non può che passare dal controllo sistematico e penetrante dei tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali – ha aggiunto Romiti -. Questo compito, che grava quasi per intero sulle spalle delle forze di polizia stradale, deve trovare un momento di sintesi sinergica con il mondo dell’autotrasporto; una sorta di reale prossimità alle imprese che consenta di mettere in campo le migliori prassi per la sicurezza della circolazione e la regolarità del mercato dell’autotrasporto. In questa direzione si muove l’iniziativa IBE Driving Experience e, proprio per questo, la presenza della polizia Stradale non poteva mancare”.