Mobilità sostenibile: primo bus ibrido per le Autolinee Varesine

Autolinee Varesine inaugura il primo bus ibrido. Il nuovo mezzo urbano numero 206 permette un risparmio di carburante del 10% circa e una riduzione delle emissioni nell’atmosfera. Sul tetto del pullman, già operativo, sono installati gli accumulatori che permettono di recuperare energia in fase di frenata e di redistribuirla durante l’accelerazione, aiutando il motore anche nel funzionamento dei sistemi interni come il condizionamento.
Un ulteriore rinnovamento in un’ottica verde, che renderà più virtuosa una flotta già tra le più giovani d’Italia.

“In soli tre anni – ha commentato l’assessore alla mobilità Andrea Civati – abbiamo investito sul trasporto pubblico puntando agli standard di altre città europee”. Anche per promuovere il turismo. Per l’estate infatti
Autolinee Varesine ha previsto un potenziamento dei collegamenti per il Sacro Monte, che partirà da questa domenica. In tutti i giorni festivi la linea C transiterà dallo stadio per garantire un comodo interscambio con gli ampi parcheggi della zona.
La strada lanciata da Autolinee Varesine ha trovato il plauso dell’Agenzia del trasporto pubblico di Como-LeccoVarese.

Autolinee Varesine è la società che si occupa del trasporto urbano della città di Varese, di linee extraurbane e di servizi turistici. L’azienda è stata fondata nel 1979 con lo scopo di offrire servizi di trasporto pubblico e privato attraverso un’ampia e sempre aggiornata flotta di veicoli.
Ad oggi, Autolinee Varesine si occupa, nell’ambito del Consorzio Trasporti Pubblici Insubria (Ctpi), del trasporto urbano della città di Varese, delle linee extraurbane in un’ampia zona della Provincia e di servizi turistici per tutta Italia e per l’estero.

Dal 1° settembre 2016, Autolinee Varesine ha inglobato al suo interno Giuliani e Laudi, ribadendo così il suo ruolo di principale operatore del trasporto pubblico nel Varesotto con oltre 300 dipendenti e più di 200 autobus.