DISABILITÀ, ACCORDO ANAV-EGAF: DA MARZO 2018 FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER IL PERSONALE

Al via la convenzione Anav-Egaf a favore della formazione obbligatoria per le imprese di trasporto a favore delle procedure applicate alla disabilità.

il Regolamento Ue 181/2011 entrerà ufficialmente in vigore il primo marzo 2018. È stata, quindi, siglata la collaborazione tra l’Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori ed Egaf affinché venga applicato il Regolamento comunitario che prevede di rispondere alle esigenze delle persone con disabilità o a mobilità ridotta, affinché vi sia preparazione da parte del personale che fornisce assistenza e che entra direttamente in contatto con tali passeggeri, che hanno il diritto di ricevere un’assistenza adeguata.

Il tema delle disabilità, delle difficoltà motorie del viaggiatore con autobus è un tema di grande rilevanza e sensibilità a livello internazionale: basti pensare che solo nel 2011 si contavano
nell’Unione Europea 80 milioni di persone con disabilità, vale a dire il 15% della popolazione totale. 

Il tema è stato oggetto di specifico focus in occasione del seminario che l’Anav ha organizzato a Roma agli inizi di dicembre nell’ambito della manifestazione Ibe Conference, riguardante la disciplina dei diritti dei passeggeri con autobus.

La formazione del personale che lavora a diretto contatto con i passeggeri include i seguenti aspetti:
— sensibilizzazione alle disabilità fisiche, sensoriali (uditive e visive), nascoste o di apprendimento, e trattamento adeguato dei passeggeri che ne sono affetti, compresa la capacità di distinguere fra le varie abilità di persone con mobilità, orientamento o comunicazione
ridotta
— barriere incontrate da persone con disabilità e persone a mobilità ridotta, comprese barriere
attitudinali, ambientali/ fisiche, organizzative,
— cani riconosciuti da assistenza, loro ruolo ed esigenze,
— capacità di far fronte a situazioni inattese,
— abilità interpersonali e metodi di comunicazione con persone non udenti, ipoudenti, ipovedenti, con persone che soffrono di disturbi del linguaggio o con difficoltà di apprendimento,
— capacità di maneggiare con cura sedie a rotelle e altri ausili alla mobilità al fine di evitare danni (per tutto l’eventuale personale addetto allo smistamento dei bagagli).