75^Assemblea Anav: Vinella chiede libera e leale concorrenza per una maggiore efficienza del servizio

Gare contendibili non più rinviabili nel TPL e urgenza di una riforma delle discipline di settore per il noleggio autobus e le autolinee di competenza statale. Nella sua relazione all’Assemblea ANAV 2019, il Presidente Giuseppe Vinella ha sottolineato la necessità dell’agire in fretta per creare, nei diversi ambiti del trasporto con autobus, modelli efficienti e virtuosi di mobilità, improntati a principi di libera e leale concorrenza tra gli operatori. Quindi l’invito alla politica a rendersi maggiormente partecipe, disponibile al dialogo con le imprese ed attenta alle dinamiche di un settore che riveste un ruolo di primo piano per l’economia del Paese.

Vinella ha comunque rivendicato i risultati, gli sforzi e la costante azione di stimolo svolta dall’Associazione nel suo 75° anno di attività per promuovere gli interessi dell’intera categoria. Per il TPL l’impegno per una reale apertura alla concorrenza nel mercato come strada per uno sviluppo ‘industriale’ del settore, per il recupero di risorse ed, in particolare, per lo sblocco dei famosi 300mln di euro del Fondo nazionale, per una più equilibrata redistribuzione delle risorse 2019-2033 destinate agli investimenti a favore dell’acquisto di veicoli a gasolio di classe euro VI. Per il noleggio autobus l’impegno per il contrasto alle misure di restrizione e tariffazione degli accessi degli autobus nei centri urbani e la definizione di una proposta di riforma della legge di settore, auspicata e sollecitata anche per le autolinee statali per le quali Vinella ha lamentato l’interruzione del confronto avviato con il Ministero dei Trasporti.

Poi la questione delicata delle ‘autostazioni’: a parte la nota positiva della mancata delocalizzazione dell’Autostazione Tiburtina di Roma, fortemente voluta da ANAV, il nodo, su cui Vinella ha richiamato l’attenzione della politica, è quello degli investimenti per la creazione e riqualificazione delle infrastrutture. Vinella ha ricordato, infine, la positiva conclusione dell’iter di rinnovo del CCNL del noleggio, gli interventi in tema di riforma del Codice della Strada, le iniziative nel campo delle tecnologie e dell’innovazione e le attività di lobby europea, per poi concludere assicurando alla platea l’impegno a proseguire, uniti, nel prossimo anno le battaglie per la tutela e la promozione degli interessi della categoria.