Il Presidente Boccia conclude i lavori della 75^ Assemblea ANAV

È stato un intervento a 360 gradi e molto apprezzato dagli oltre 250 partecipanti quello con il quale il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ha concluso i lavori della 75^ Assemblea di ANAV. Molte le suggestioni e le sollecitazioni ed un messaggio chiaro e forte alla politica e, in primo luogo al Governo, quello che Boccia ha mandato da Maranello: “bisogna porre termine alla tattica ed al presentismo ed impegnarsi nella strategia e nella visione. Sono le scelte del presente che determinano il futuro ed il futuro di questo Paese non si costruisce se non si realizzano le infrastrutture. Il Presidente Boccia ha riconosciuto il ruolo importante che ANAV ha saputo conquistarsi in Confindustria per la capacità di proporre e sostenere politiche di sviluppo industriale basate su principi di competitività e di mercato. I sogni e le speranze, ha detto Boccia riprendendo le parole del presidente Mattarella, non devono essere confinati all’età dell’infanzia ma devono alimentare l’impegno di ciascuno di noi a realizzare un Paese migliore.

“Noi siamo i discendenti di quegli uomini e di quelle donne che hanno ricostruito l’Italia dopo la distruzione della guerra e dobbiamo mostrarci all’altezza del loro esempio e del loro insegnamento. I nostri figli e i nostri nipoti ci giudicheranno per quello che sapremo fare adesso”. Una chiamata all’azione quella del presidente Boccia che ha trovato la pronta e convinta adesione di tutta l’Assemblea ANAV con gli imprenditori privati del TPL pronti ad impiegare le loro migliori capacità ed energie per contribuire allo sviluppo di un sistema di mobilità collettiva moderna e di qualità che accompagni e sostenga la crescita economica e l’occupazione del Paese.