TORINO. IL COMUNE ACCOGLIE IL PROGETTO DI BUS COMPANY PER LA NUOVA AUTOSTAZIONE

A Torino Bus Company presenta il nuovo progetto per un’autostazione di bus a lunga percorrenza verso paesi europei come Parigi, Bruxelles, Francoforte, Barcellona, Monaco, Budapest, ma anche Roma, Napoli, Lecce e Crotone, in collaborazione con Flixbus. Il progetto è stato accolto dal comune piemontese per il primo via libera all’operazione di trasformazione di un ex capannone industriale, un tempo sede dell’azienda irlandese Mastertaste, produttrice di aromi alimentari.

Cosa prevede la nuova autostazione? Il progetto prevede la realizzazione di una rimessa, un punto rifornimento e una officina per i bus gran turismo. E poi biglietterie e sale d’attesa, mentre gli stalli veri e propri, da dove saliranno e scenderanno i passeggeri, verranno realizzati su un’area pubblica accanto alla stazione ferroviaria, che la città darà in concessione alla società.

Il promotore del progetto, il presidente di Bus Company, Clemente Galleano, ha dichiarato a tal proposito: «Torino è attualmente sprovvista di un terminal, le linee gran turismo si fermano in corso Vittorio Emanuele, dove non ci sono servizi, e le operazioni di attesa, salita e discesa dai bus non sono agevoli». Il progetto prevede un investimento di qualche milione di euro e verrà realizzata davanti alla stazione Rebaudengo, una scelta che risolve una questione che si trascina da almeno tre anni: quella della localizzazione del nuovo terminal bus.