PROTOCOLLO NAZIONALE ZTL. VINELLA (ANAV): BENE DICHIARAZIONI DI APPENDINO

Da Anav arriva l’apprezzamento per la proposta del sindaco di Torino, Chiara Appendino, di definire, con l’intervento del Governo, un protocollo comune a livello nazionale per la disciplina degli ingressi alle Ztl urbane

“La proposta va nella direzione da tempo auspicata e sostenuta da Anav : razionalizzare le regole di accesso ai centri urbani superando la frammentazione e le incertezze determinate dall’attuale sistema regolatorio, interamente basato su regolamenti comunali, attraverso la definizione di criteri comuni improntati a principi di ragionevolezza, proporzionalità e non discriminazione tra modalità di trasporti”.  

Lo afferma il Presidente di Anav, Giuseppe Vinella, che punta il dito contro “politiche comunali di accesso ai centri urbani estremamente confuse e frammentate, che hanno come unico denominatore comune, a Roma come a Milano, Venezia e Firenze, l’applicazione di onerosi prelievi a carico soprattutto degli autobus, non solo turistici, ma addirittura in servizio di linea. Questo è il momento – sottolinea Vinella – di allargare lo sguardo ad un approccio più ampio ed uniforme al tema dell’accessibilità ai centri urbani, che sia effettivamente diretto a perseguire l’obiettivo di decongestionare i centri urbani e tutelare l’ambiente, prescindendo dalle esigenze di cassa delle amministrazioni comunali. Un intervento del Governo in questo senso può essere risolutivo”.

Da qui l’annuncio: “Anav scriverà ai Ministri delle Infrastrutture e Trasporti e del Turismo per porre la questione  con l’auspicio che possa attivarsi al più presto un proficuo confronto”.