VINELLA (ANAV), CONVEGNO MIT: AUTOBUS HA RUOLO CENTRALE NELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Si è aperto ieri, presso la sede del Ministero dei Trasporti, il terzo Convegno “Sistema Gomma” con l’alto coordinamento del Mit e che l’Anav, l’Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori, ha contribuito ad organizzare.

Il neo Ministro Danilo Toninelli, che non ha potuto presenziare all’apertura dei lavori, ha voluto comunque inviare un messaggio di saluto sottolineando la centralità del trasporto pubblico locale per rispondere alla domanda dei cittadini in termini di mobilità e di sostenibilità ambientale. Al termine delle prime tre interessanti sessioni, focalizzate sui temi della pianificazione e programmazione di reti e servizi, delle best practices europee, delle nuove tecnologie per i sistemi intelligenti di trasporto, si è aperta una tavola rotonda tra autorevoli rappresentanti delle Istituzioni e stakeholders del settore che hanno dato vita ad uno stimolante dibattito sul consolidamento e rafforzamento delle politiche per l’evoluzione del trasporto su gomma.

Nel suo intervento il Presidente Vinella ha sottolineato il ruolo centrale ed insostituibile che l’autobus ha oggi, e ancora di più in prospettiva, per la realizzazione di una moderna politica della mobilità sostenibile nel nostro Paese che punti sulla crescita dei diversi sistemi di trasporto collettivo favorendo il cambio modale dalla mobilità privata. Ma, ha sottolineato il Presidente, l’intermodalità si realizza partendo da una programmazione e pianificazione contestuale dei servizi, a cominciare per il Tpl dai servizi su gomma e su ferro, e su questa base dovrebbero poi essere individuati gli investimenti in infrastrutture e reti prioritari. In un contesto di risorse pubbliche limitate, ha evidenziato il Presidente Vinella, è fondamentale infatti garantirne l’allocazione ottimale e concentrare le risorse per gli investimenti nelle politiche a più elevato moltiplicatore.

Estremamente positiva, in questo senso, l’introduzione di un piano finalmente strutturale di sostegno all’ammodernamento del parco autobus destinato ai servizi di Tpl , misura importante questa che confidiamo sarà confermata dal nuovo Governo e implementata nel corso di questa legislatura.

In termini infrastrutturali e di materiale rotabile destinato ai servizi l’Italia registra ancora un gap rilevante rispetto ai Paesi europei più virtuosi e che deve essere colmato attraverso una strategia politica organica e strutturale che punti sullo sviluppo del Tpl come volano di crescita economica e sviluppo sociale e come leva imprescindibile del processo di transizione ad una mobilità sostenibile.

Importante, quindi, la cosiddetta “cura del ferro” laddove i maggiori costi di realizzazione e di gestione sono giustificati da elevati flussi di traffico, ma affiancata da politiche di sostegno allo sviluppo della mobilità collettiva tramite autobus che resta il mezzo di trasporto pubblico di gran lunga più utilizzato in termini di passeggeri per chilometro per le sue qualità di sicurezza, accessibilità e flessibilità, sostenibilità ambientale.

In conclusione il Presidente Vinella ha auspicato continuità da parte del nuovo esecutivo nelle politiche già avviate di sostegno all’ammodernamento del parco autobus ed una accelerazione, anzi, nei tempi di utilizzazione delle risorse stanziate allo scopo.