VINELLA (ANAV) SODDISFATTO DELLE PRECISAZIONI DI FACILE.IT SULLE REVISIONI AUTOBUS DA NOLEGGIO

Anche Repubblica.it, sulla testata on line, rilancia oggi il confronto tra Anav e Facile.it sulle revisioni degli autobus a noleggio con conducente. Nei giorni scorsi Facile.it, il servizio di intermediazione assicurativa, aveva lanciato una lettura poi risultata inesatta – come chiarito in queste ore dall’Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori – dei dati Mit sulle revisioni degli oltre ventinovemila autobus immatricolati in servizio di noleggio con conducente.

Dopo l’intervento del Direttore generale di Anav, Tullio Tulli, che a Tgcom24 specificava – tra le altre cose – come si trattasse in realtà di veicoli parcheggiati in deposito e non in circolazione perché considerati vecchi, e dopo l’ulteriore nota del Presidente dell’Anav, Giuseppe Vinella, il quale ha chiarito il perché siano inverosimili i dati diffusi sulle mancate revisioni dei bus da noleggio, viene diramato oggi – sempre da Anav – un ulteriore comunicato in cui si apprezza il passo indietro di Facile.it che ha aggiunto delle precisazioni alla loro lettura dei dati.

Dopo l’intervento dell’Associazione, Facile.it ha ammesso che nell’analisi non terranno più conto dei mezzi non circolanti o in attesa di revisione, a causa della congestione degli uffici della motorizzazione preposti al controllo.

Per Giuseppe Vinella, Presidente di Anav: “Si tratta di una precisazione doverosa ed importante dopo la reazione di Anav, perché sottintende un decisivo ridimensionamento delle situazioni di effettiva irregolarità nelle revisioni degli autobus da noleggio”.

“È necessaria una rilettura dei dati di fonte ministeriale – prosegue Vinella – per evitare ingiusti danni di immagine alle imprese del settore e, in un’ottica costruttiva, per affrontare i problemi di congestionamento delle motorizzazioni che non consentono alle imprese di rispettare il termine annuale di revisione degli autobus”.

“A tal fine – aggiunge il Presidente – cogliendo anche lo spunto di Facile.it, abbiamo già provveduto a sollecitare un incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per approfondire, nell’interesse comune di operatori ed utenti, la questione dei tempi di revisione dei veicoli”.

Infine, il Presidente Vinella conferma l’impegno di Anav nel promuovere presso le imprese del settore il costante miglioramento della sicurezza e qualità dei servizi ed il puntuale rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale.